Home Diete Opinioni sulla Dieta del Gruppo Sanguigno, la Dieta del Dottor Mozzi

Opinioni sulla Dieta del Gruppo Sanguigno, la Dieta del Dottor Mozzi



La dieta del gruppo sanguigno, promossa odiernamente dal Dott. Piero Mozzi, non consiste essenzialmente nel ritrovare una perfetta forma fisica, anche se risulta possibile seguendo il regime alimentare, ma di porre rimedio alle patologie e ai disturbi di salute in base al gruppo sanguigno.

La dieta del gruppo sanguigno si basa in realtà sulle scoperte del naturopata americano Peter d’Adamo, autore anche di diversi libri-guida, che considera il gruppo sanguigno di ogni soggetto come la base e la chiave per raggiungere la salute fisica.

Allo stesso modo l’esclusione di alcuni alimenti in favore di altri, sempre secondo tali principi della dieta del gruppo sanguigno, sono in grado di risolvere, alleviare o prevenire diverse forme patologiche e disturbi legati all’organismo. Il sangue rappresenta in questo modo la linea genetica sul quale sarebbe improntato il corretto regime alimentare di ogni soggetto.

Alcuni alimenti si presentano dunque innocui su una tipologia di gruppo sanguigno, per andare ad arrecare problemi in una tipologia differente ad esempio, mentre esiste per ogni gruppo una tipologia di cibo che si differenzia in:

  • Consigliati
  • Neutri
  • Sconsigliati

Generalmente per ogni gruppo viene negato l’utilizzo delle farine bianche raffinate e dello zucchero. In sostituzione la dieta del gruppo sanguigno prevede farine alternative come quinoa, farine di legumi, di soia, ecc.

 

Come si dividono i Gruppi Sanguigni

GRUPPO 0 – IL CACCIATORE/RACCOGLITORE: secondo l’ideatore del regime alimentare questo gruppo risulta essere il più antico, comparso in Africa circa 40mila anni fa, ai tempi degli uomini che si nutrivano di carne, pesce e radici. La dieta più appropriata per questo gruppo è ricca di proteine e attività fisica, non tollerando i cereali e i prodotti caseari.

GRUPPO A – L’AGRICOLTORE: questo gruppo presenta un metabolismo opposto al precedente, presentando un apparato digerente fragile e un sistema immunitario più debole. L’alimentazione prevista per il gruppo A è quindi legata ai vegetali, ai legumi, frutta secca, cereali.



GRUPPO B – IL PASTORE E IL NOMADE: questo gruppo si adatta ad una tipologia di dieta onnivora, carni magre, pesce, verdura ed un’attività fisica moderata.

GRUPPO AB – IL MODERNO O L’ENIGMATICO: questo gruppo risulta essere il più giovane, apparso circa 1.000 anni fa, e rappresenta solamente il 2/5% dell’intera popolazione. Tra i cibi consigliati si trovano caffè, latticini, verdura, ortaggi, frutta, grassi vegetali, con uno sport consigliato moderato.

 

Opinioni e Pareri Contrastanti per la Dieta del Dottor Mozzi

Le opinioni a riguardo di questo regime alimentare sono molto contrastanti. Da una parte la scienza e la medicina non riconosce tale correlazione fra gruppo sanguigno e alimentazione, mentre dall’altra una discreta fascia di persone ha espressamente dichiarato di aver tratto giovamento da questa dieta.

Molte persone hanno ammesso di aver risolto problemi come il diabete, pressione arteriosa alta, gastrite, artrite, dolori generali, difficoltà digestive, fino ad arrivare a patologie più serie. La medicina tradizionale sostiene che la dieta del gruppo sanguigno agisca come l’effetto dell’assunzione di un placebo, convincendo i vari soggetti a credere nel suo scopo.

Tuttavia, la dieta del gruppo sanguigno, non prevede terapie farmacologiche, servendosi degli alimenti ad effetto benefico.